TRESPOTTING

Pubblicato il da boostapazzesca

TRESPOTTING

Er probblema der lavoro è 'na cosa seria. Aveccelo te stressa, nun aveccelo pure ma però nun te poi comprà L'ANZIOLIN pe lo STRESS de nun aveccelo. 
- È NA CAVOLATA, JA POI FA' PURE TE me dice er tipo dandome li moduli co 'e casellette. Devo da fermà 'a ggente alla stazzione tibburtina, e quanno ce riesco chiedeje si je piace 'a stazzione, er servizzio, o si je vorebbe da' foco. 
Arivo alle sette. Manco er tempo de inizzia' che ha già vinto l'opzione CI.
'A tibburtina è n fiamme, e er lavoro mio 'n fumo.

Quarcuno grida - SO' STATI I NO TRAV.
'A TRAV, st'estate, saa pijamo noi 'nquer posto. Avoja mo' a parti', prima che arivi da 'na parte.
Chiamo er tipo.
CHE VOI? STO A DORMI'.
- Ha pijato foco 'a stazzione.
VATTENE A TERMINI.CE STA N'ANTRA TIPA, STECCATEVE A GGENTE.

A Termini ciarivo du' ore dopo, sudata fracica.
Ce sta Sharon co li stessi foji mia 'n mano. Ar fianco suo, 'na regazzina de diecianni massimo,  co' du occhiali che manco 'a bonanima der cantante de' MONADI.
- Pure te? Comè annata?
- ME SCANZANO. ME SO' SCOCCIATA,VADO A VEDE' ALL'ICHEA DE ANAGNINA SI JE SERVE QUARCUNO. TE VIENI?
- Ma questa qua?
- È L'UNICA CHE ME SÈ FILATA E MANCO ME VALE CHE È TROPPO PICCOLA.
'A bambina me s'avvicina.
- Mi fai il sondaggio?
- Ma 'ncellai 'na madre?
- Da qualche parte.
Sharon sta già su e scale mobbili: 
- VABBE' DAI, SE SENTIMIO.

Me tocca cercà la mamma de st'accollo, che ner frattempo pija er modulo mio der sondaggio e se mette a 'ntervistamme.
- Ce l'hai l'aifon?
- No, nun so' sborona e nun me va de famme notà.
- Io ce l'ho. Ho appena caricato la batteria.
- Speramo che te scarichi prima te.
- Sai fare la ruota?
- No, so fa' er girotondo.
Dei negozzi daa stazzione. E nisuno che ha mai visto 'sta pischella manco 'n cartolina.
- Ce l'hai il lavoro?
- Da domani penso de no.
- Perché?
- Boh, devesse corpa der sistema, oppure daa soscietà, nun so' stata attenta. Ma tu'madre, TU'MADRE dov’è?
- E la tua dov'è?
- Sta' 'nfrancia, je dico.
È na cifra che nun dico Francia. Ar Laurentino Pittrentotto nun è 'na parola de prima necessità.
- Perché?
- Boh. È francese, sta 'nfrancia. Mipadre è der laurentino, e là sta. 'A gente vive ne li posti sua.
'A creatura stacca er fojo e me lo da.
- Tieni, ti ho fatto il sondaggio. 'Sto lavoro è proprio una cavolata.

Arivamo davanti ai binari. Ce sta 'n treno che va a Milano.
- Tu dove ti piacerebbe andare?
- Boh. Nun so' mai stata da nisuna parte.
- Non vorresti andare dalla tua mamma?
- Nun cio' i sordi pe piagne, e poi che ce vado a fa'.
- Per stare vicino alla tua mamma. È brutto stare senza la mamma.
- Dai piccola, mo' la trovamo tu' madre, nun te proccupà.
- Ma io lo so dov'è la mia mamma.
Pijo 'n ber respiro.
- E ALLORA CHE CAZZO VOI, CHE ME STAI A FA' PERDE 'NA GIORNATA SANA?
- Non ti volevo lasciare, me dice. - Mi sembravi tanto sola.

'A mamma de Carola sta alla COIN der binario ventiquattro, quello nfonno a tutto. Trucca 'e signore che passeno e le rifà nove, così je spigne li prodotti. Manco s’era accorta che su' fija se n'era annata. Quanno sei regazzina se sa, er tempo de vortasse e ciao mamma.
Je chiedo si cercano quarcuno pe fa' er manichino vivente, ma dice che 'sta cosa 'a fanno solo a Milano.

Er treno pe Milano sta a parti’ popo mò, sarebbe 'nattimo salicce.
Cinque ore ar cesso e poi, 'na vorta che sei a Milano, che ce vole a ariva' 'n Francia.
Squilla Sharon ar telefono.
A BOO M'HANNO PRESA! STO AR REPARTO PIANTE DELL'ICHEA!
Gajardo, e che devi da fa'? 
- '
A PIANTA. DICHENO CHE CIO' LI REQUISITI. VIE' PURE TE CHE SERVE QUARCUNO PE FA' L'ORTENZIA! 
Me lasso i binari dietro e spalle, vado a pija 'a metro A. 

L'ortenzia poèsse 'na bella pianta, oppure 'n ber nome. Dipende tutto dar binario che scegli de pija'.
Ma de 'sti tempi, pure ariva' a Orte è grasso che cola. 

Ve stimo 'na cifra,
Boosta Pazzesca 

Commenta il post

boostapazzesca 10/15/2011 08:29

ve vojo bene a tutteddueee

Nero 10/14/2011 22:44

Sono una romana adottata e per apprezzare al 100% i tuoi post devo farmeli leggere a voce alta dallo Zinghero (il mio coattissimo ragazzo) che è madrelingua!
Ti dedico un "se stamio a tajà na scifra" detto con tutti gli accenti sbagliati, apprezza lo sforzo =D

Bella!

fusty 08/09/2011 00:35

i vinco la scommessa volentieri! Sinnò che se steccamo??? Daje boostarè che tanto me deve già fa er bonifico...

boostapazzesca 08/03/2011 13:56

Ha ha ma si te dico e cose comestanno poi steccamo?

boostapazzesca 08/03/2011 13:54

beh si chiare', ar limite BAGHET HA HA HA

chiara 08/03/2011 12:01

Quoto "Ar Laurentino Pittrentotto nun è na parola de prima necessità."
complimenti :)

trainspotting 08/01/2011 11:35

se la storia del lavoro alla stazione tiburtina il giorno stesso dell'incendio è vera, sarebbe davvero da farci un film

fusty 08/01/2011 00:15

Qui a torpigna, altro quartiere aristocratico, io e n'amico mio stavamo pe scommette su de te e cioè: lui sostiene che una che cela di essere colta dietro la parlata romana non può essere veramente della zona da cui tu dici di provenire, io sostengo che invece pure se si proviene da una zona culturalmente meno favorevole lo si può essere eccome. Che faccio me li gioco sti sordi o è mejo lassà sta?
Ps. l'amico mio la conoscerebbe veramente volentieri una boosta con la tua testa...

anne riitta 07/27/2011 16:55

voglio fare un film sulla tua vita